croissant salati

Ricette - Gusti salati

Croissant salati una pasta sfoglia ripiena di prosciutto cotto e parmigiano reggiano pronti in 20 minuti per un antipasto sfizioso da abbinare al vino di Ischia.

Questo piccolo antipasto, finger food, è delizioso e velocissimo, preso dagli Speciali della Cucina Italiana, messi a tavola vanno letteralmente a ruba anche (e soprattutto tra i bambini!).

 

ABBINAMENTO PER I CROISSANTS SALATI CON PROSCIUTTO COTTO E PARMIGIANO
 a cura di Gian Luca Zacchia:
Questo tipo di antipasto di sicuro ci preannuncia una cena a base di carne, con ricette complesse. I tre elementi che lo compongono sono accomunati da strutture importanti, che producono al gusto, livelli molto simili di untuosità e succulenza. Il lievito ed il burro nel croissant, la parte grassa del prosciutto ( che deve essere di uno spesso strato, se trattiamo un ingrediente di qualità e senza polifosfati ), la consistenza lipidica del parmigiano reggiano che arriva al 28% del suo peso. Sebbene in forme diverse, il latte ed il sale sono componenti trasversali di questo gustoso appetizer, al quale conferiscono grande armonia.
Accostare un vino è subordinato a sapere se i croissants sono parte di una offerta di “stuzzichini” per un brunch, o invece segnano l’inizio di un pasto vero e proprio. Nel primo caso cerchiamo un vino rosso con una discreta presenza di tannini. Questi ultimi sono sostanze, sia del vino, sia ad esso conferite dal legno delle botti, responsabili della preziosa funzione sgrassante ed astringente sulla lingua. La ricetta da accompagnare non è un piatto di portata e non contiene salse, dunque il vino può essere di medio corpo e moderatamente alcolico. La sapidità come tratto distintivo degli ingredienti, mi induce a prediligere un vino isolano le cui uve siano esposte alla salsedine.

Nell’isola di Ischia Casa d’Ambra produce il Per’e Palummo da uve Piedirosso per l’85% e da un’altro vitigno autoctono chiamato Guarnaccia. Semplicemente vinoso all’olfatto, al gusto rivela nobili tannini ( sebbene non venga affinato in botte ) e il calore dei suoi 12 gradi alcolici.

Dieci sono invece gli Euro richiesti per questo prodotto. Supponendo che ai croissants seguirà una cena, non posso “aprire” con un vino rosso. Devo rispettare una sequenza in crescendo dei vari abbinamenti. L’effetto “reset” sulla lingua non è più ad opera dei tannini, piuttosto della effervescenza di un buon vino spumante. Un metodo classico eccellente è rappresentato nella zona di Franciacorta dal Ca’ del Bosco Cuvee Prestige Brut. Con 23 Euro la fragranza al naso e la sapidità al gusto incontrano puntuali i lieviti del croissants. E la fresca acidità delle uve chardonnay smorzano la sensazione di caldo del formaggio a lunga stagionatura, frenandone la succulenza indotta durante la masticazione, ed esaltandone invece il sapore e i preziosi elementi minerali.

 

 

 

croissant salati

Tempi di preparazione

15 min

Tempi di cottura

20 min

Tempi d'attesa

0 min

Ingredienti

Dosi per 10 persone
Croissant Salati 

  • pasta sfoglia (2 confezioni)
  • 2 etti prosciutto cotto
  • 3 etti parmigiano reggiano grattugiato
  • e pepe macinato

Procedimento

Cospargete della pasta sfoglia stesa a mm 3 di spessore con parmigiano grattugiato e pepe macinato; copritela interamente con fettine di prosciutto cotto poi tagliate insieme pasta e prosciutto con un tagliapasta dentato, ricavando dei triangoli rettangolari di cm 8 di lato.

Arrotolateli su se stessi partendo dal lato più lungo, poi piegate i lati per formare un croissant. Pennellate le lunette d’uovo, spolverizzate di

grana e infornatele a 200° per 20′ circa.

Condividi

Facebook twitter Google+ linkedin pinterest whatsapp email