panna cotta

Ricette - Dolci al cucchiaio
La panna cotta è una base della pasticceria italiana, facile da fare ma esagerata nel gusto non smetterete di mangiarla. Di solito al sentire il suo nome, la panna cotta evoca antichi intrugli gommosi e per niente gradevoli. Ma non è così mi son dovuta ricredere.
Questa è una ricetta che nasce dal blog di Imma ed è la seconda volta che la rifaccio. Inutile dirvi che la ricetta è perfetta. Diciamo sono quelle basi che rimangono uno spauracchio per anni, non so bene per quale recondito motivo, per il quale stenti a provarle. Stavolta lei mi ha convinto ed era un po’ che le dicevo che l’avrei postata e quanto avessi riscosso successo nelle due cene proposte. Grazie dunque dolcezza ^-^ Alla prima cena c’era anche lo scoglio più difficile da superare, i giudici più temuti: i miei figli. Passato attraverso il loro palato, è fatta! C’avrei meno paura a farla provare a Santin! Giuro…

In questa versione ho fatto una gelatina di fragole e decorato con piccole meringhette, che avevo da una preparazione di una torta di compleanno senza latticini, che prossimamente pubblicherò.  E in basso la versione originale di Imma con le amarene sciroppate e il loro succo. Ancora più veloce.

Panna cotta con gelée di fragole e meringhe:

Tempi di preparazione

10 min

Tempi di cottura

5 min

Tempi d'attesa

2 h

Ingredienti

Dosi per 6 persone

  • 1/2 litro di panna
  • 100 g di zucchero
  • 100 ml di latte
  • 10 g di colla di pesce
  • 1 stecca di vaniglia
  • per la gelée:

  • un cestino di fragole
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 10 g di colla di pesce
  • o Amarene sciroppate nella seconda versione

Procedimento

Mettete i fogli di colla di pesce in acqua fredda. Scaldate il latte in un pentolino senza farlo bollire. Togliete  dal fuoco e immergetevi i fogli di colla di pesce sgocciolati e strizzati.  In un’altro pentolino versate la panna, aggiungete lo zucchero e la stecca di vaniglia, io ho prelevato i semini e ho aperto la bacca, mettete su fuoco dolce sempre mescolando, fino ad arrivare al bollore.
Spegnete il fuoco e versatevi il latte con la colla di pesce, mescolate e togliete la bacca di vaniglia. Versate il composto nei bicchieri e mettete in frigo per 1 ora e 30 (a me ci è voluto di più a raffreddarla, ma dipende anche dai frigoriferi).

Intanto preparate la gelée di fragole:

Frullate fragole e zucchero a velo con due cucchiai di acqua; ammollate la gelatina in acqua fredda, dopo alcuni minuti versatela sgocciolata in un pentolino e 1 cucchiaio di liquore (alla vaniglia, o rum) a fuoco bassissimo scioglietela. Versateci poca polpa frullata di fragole, mescolate e quando si è amalgamato unite il resto della purea. Versatela sopra la panna cotta rassodata e tenete in frigo almeno altre 2 ore prima di servire. Decorate a piacere con piccole meringhe, granella di nocciola e fragola tagliata a metà.
Nella versione con le amarene versate il loro sciroppo sulla panna cotta rassodata, tenete in frigo 2 h e decorate con le amarene.

 

 

Condividi

Facebook twitter Google+ linkedin pinterest whatsapp email